Newsletter corrente

CSUN News

Accordo quadro con KosiFrankensolar per una produzione di energia pari a 50 megawatt
CSUN e KosiFrankensolar, società controllata del gruppo tedesco Frankensolar, hanno firmato un accordo quadro per la fornitura di moduli policristallini CSUN realizzati in Turchia destinati a una produzione totale di energia pari a 50 megawatt. I moduli saranno impiegati principalmente nell'ambito di progetti senza licenza su suolo turco.

Lo stabilimento turco di CSUN fornisce pannelli fotovoltaici ai partner dopo il procedimento pregiudiziale del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti d'America (DOC) sui dazi compensativi
CSUN sta iniziando a commercializzare i moduli solari realizzati in Turchia nel mercato statunitense. L'obiettivo è quello di offrire articoli esenti da dazi a prezzi competitivi. CSUN, pronta ai cambiamenti del mercato americano a seguito dell'inchiesta sui dazi, è lieta di poter offrire ai propri partner moduli realizzati in Turchia certificati Underwriters Laboratories (UL).

Stabilimenti CSUN sottoposti ad audit di Black & Veatch
I nostri stabilimenti in Cina e Turchia sono stati verificati da Black & Veatch (B&V), prestigiosa società indipendente di ingegneria. Oltre ad analizzare i processi produttivi, B&V ha anche eseguito attività di "due diligence" tecnica relativamente ai moduli progettati per il mercato degli Stati Uniti.

Marketing News

Incontra CSUN
Clean Energy Week, Sydney/Australia: 22-25 luglio
Renewable Energy India (REI), Greater Noida/India: 3-5 settembre, padiglione 7 stand 7.59
Solar Power International (SPI), Las Vegas/USA: 20-23 ottobre, stand 2145

Market News

Gli Stati Uniti annunciano un procedimento pregiudiziale antisovvenzioni
Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti d'America (DOC) ha annunciato, in via preliminare, la propria decisione nel merito dell'inchiesta sui dazi per i moduli solari di produzione cinese, stabilendo imposte tra il 18,56 e il 35,21% sulle importazioni dalla Cina. Il 24 luglio seguirà un'altra determinazione provvisoria relativa all'introduzione di misure antidumping. La decisione definitiva è attesa entro fine anno. Se gli effetti di tale provvedimento sono già evidenti sui prezzi dei moduli negli Stati Uniti poiché i fornitori cinesi li stanno aumentando e stanno prendendo in considerazione alternative per la catena di creazione del valore, CSUN continua a servire il mercato USA con moduli prodotti in Turchia conformemente alle normative americane.

Tagli retroattivi per Spagna e Italia nel settore fotovoltaico
In Spagna, la protesta contro il nuovo disegno di legge per le energie rinnovabili è giunta fino alla Commissione europea. Il motivo della contestazione risiede nel tetto massimo previsto per il rendimento dell'investimento (limite dei profitti derivanti da ogni singolo progetto pari al 7,4% ante imposte) e negli oneri vessatori sull'autoconsumo. Il tasso di rendimento fissato potrebbe però ridursi ulteriormente nel corso dei prossimi mesi. La nuova legge sarà applicata retroattivamente a partire da giugno 2013 e sarà valida per tutti i nuovi impianti. Ora lo studio legale Holtrop SLP, che rappresenta 1.500 investitori spagnoli nel settore delle energie rinnovabili, ha sporto denuncia presso la Commissione europea. Oltre a ciò, le amministrazioni locali di Murcia e Mascar si stanno opponendo alla legge davanti ai tribunali spagnoli. Si spera così che l'esposto presentato a Bruxelles favorisca un maggiore intervento da parte delle corti locali.
Anche il governo italiano ha proposto tagli retroattivi in una bozza di legge che potrebbe essere approvata nel giro di 60 giorni mediante ratifica parlamentare. Si stima che i tagli programmati alle tariffe di riacquisto colpiranno circa 8.600 titolari di impianti fotovoltaici con una capacità superiore ai 200 kilowatt. Per gli effetti della nuova legge, gli operatori di impianti con una capacità oltre i 200 kilowatt saranno chiamati a optare per un'erogazione dell'incentivo in 24 anni invece di 20 (di fatto, riducendolo) oppure per un'erogazione nell'arco di 20 anni accettando però un taglio diretto del 10%.
Fonte: PV Tech 09/06/2014, 19/06/2014 e 23/06/2014; PV Magazine 19/06/2014